Asus M515UA-BQ241T: 15.6, Ryzen 5 5500U, Vega 7

di |

L’Asus M515UA-BQ241T è un notebook con schermo Full HD da 15.6 pollici, processore AMD Ryzen 5 5500U, chip grafico integrato AMD Radeon Graphics Vega 7, SSD da 512 gigabyte e 8 gigabyte di RAM. Prezzo sotto i 600 euro.

Asus M515UA-BQ241T

Scheda tecnica Asus M515UA-BQ241T

SCHERMO: IPS LED antiriflesso 15.6” 16:9 FullHD 1920×1080 60Hz 250nit 45%NTSC.
CHIPSET: AMD.
CPU: AMD Ryzen 5 5500U (2.10/4.00 GHz, 6 core/12 thread, 8 MB Cache L3, 15 W).
SCHEDA GRAFICA: AMD Radeon Graphics Vega 7 (Lucienne) memoria condivisa.
HARD DRIVE: SSD M.2 PCIe 3.0 NVMe 512 GB.
RAM: 8 GB DDR4 in dual channel (4 GB saldati + 4 GB SODIMM).
DRIVE OTTICO: no.
AUDIO: 2 altoparlanti + 1 microfono.
WEBCAM: VGA.
RETE: Wi-Fi 5 802.11ac 1×1 + Bluetooth 4.1.
INTERFACCE: 2 x USB-A 2.0, 1 x USB-A 3.2 Gen 1, 1 x USB-C 3.2 Gen 1, 1 x HDMI 1.4, 1 x ingresso microfono/uscita audio.
SLOT: microSD.
SISTEMA OPERATIVO: Windows 10 Home 64.
PESO: 1,80 Kg.
DIMENSIONI: 36,02 cm (Larghezza) x 23,49 cm (Profondità) x 1,99 cm (Altezza).
ALIMENTAZIONE/BATTERIA: 45 W / 37 Wh.
GARANZIA BASE: 12 o 24 mesi.
ACCESSORI/AMBIENTE: no / nd.
PREZZI: prezzo Amazon | prezzo eBay

L’Asus M515UA-BQ241T è un notebook dal buon rapporto qualità/prezzo col quale si potrà affrontare ogni genere di attività in ambito Home/Office. La configurazione hardware offre prestazioni piuttosto versatili adatte per il lavoro e lo svago di tutti i giorni.

Lo schermo è un pannello IPS retroilluminato a LED con superficie opaca antiriflesso, diagonale da 15.6 pollici, formato 16:9, risoluzione Full HD da 1920×1080 pixel e frequenza di aggiornamento a 60 Hertz, di cui la casa dichiara una luminosità di 250 candele e una copertura dello spazio di colore NTSC del 45%, oltre che un angolo di visuale di 178 gradi.

La potenza di calcolo è affidata al processore AMD Ryzen 5 5500U e al suo chip grafico integrato AMD Radeon Graphics Vega 7. Si tratta di un’unità di elaborazione dell’ultima serie Ryzen 5000 di AMD, che lavora con un Thermal Design Power di 15 watt, uscita nel gennaio del 2021 e basata sull’architettura Zen2+ denominata Lucienne prodotta con tecnologia costruttiva a 7 nanometri. Il processore è un hexa-core con multithreading con frequenza operativa di base a 2.10 gigahertz e massima a 4.00 gigahertz e con 8 megabyte di memoria cache di terzo livello. Il chip grafico, invece, è composto da 448 core Radeon con frequenza operativa a 1800 megahertz e con memoria grafica condivisa con la RAM di sistema.

La RAM è da 8 gigabyte espandibile fino a 12 gigabyte, di cui 4 gigabyte sono saldati sulla scheda madre e 4 gigabyte sono su modulo SODIMM. Questa configurazione attiva la tecnologia dual channel che incrementa ulteriormente le prestazioni generali del sistema.

Il comparto di archiviazione prevede due slot, uno per drive di tipo M.2 con interfaccia PCIe di terza generazione a quattro canali e uno per drive da 2.5 pollici con interfaccia SATA III. Il primo è occupato da un drive a stato solido da 512 gigabyte, il secondo è libero per un eventuale upgrade.

Per quanto riguarda la connettività di rete, c’è un modulo che integra un WiFi di quinta generazione ad una antenna e un Bluetooth in versione 4.1. Non gli ultimissimi standard ma ancora validi ed efficaci nello svolgere il loro lavoro ed ancora fra i più diffusi.

In campo multimediale, ci sono una webcam che cattura video con risoluzione VGA da 640×480 pixel e un sistema audio fatto di altoparlanti stereo e un microfono, mentre a proposito di interfacce, spiccano quattro porte USB, di cui una di tipo C e una di tipo A entrambe a 5 gigabit, le altre due di tipo A vanno invece a 480 megabit, ma ci sono anche un’uscita audio e video di tipo HDMI in 4K a 30 Hertz, una presa audio per microfoni, cuffie o altoparlanti esterni e uno slot per schede di memoria di tipo microSD.

Questo notebook Asus può essere alimentato tramite un alimentatore da 45 watt o tramite una batteria da 37 wattora e racchiude tutto all’interno di un case realizzato in materiali plastici di buona fattura e ben assemblati, che restituiscono una macchina dal design attuale, anche grazie a cornici dello schermo piuttosto sottili, che gli attribuiscono un rapporto schermo/corpo dell’83%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *