Primi notebook con porte USB 3.0

Debuttano sul mercato i primi portatili con porte USB 3.0. Questo nuovo standard di comunicazione fra i computer e i tanti tipi di periferiche esterne, consente di incrementare la comunicazione di dieci volte rispetto alle USB 2.0. Inoltre, le porte USB 3.0 quando inutilizzate consumano meno corrente grazie ad un sistema che ne limita il consumo.

USB 3.0 La velocità massima teorica delle porte USB 3.0, grazie alla modalità SuperSpeed, è di 4,8 Gbit/s, 600 megabyte al secondo, mentre quella delle Universal Serial Bus 2.0 è di 480Mbit/s, cioé 60 megabyte al secondo. Sono ancora pochi i dispositivi esterni dotati di porte USB 3.0, ma questo nuovo standard risulta essere attualmente il più veloce e si presenta come il probabile vincitore fra tutte le interfacce. E' pur vero, che, per esempio, nel caso dei dischi rigidi esterni, la velocità di trasferimento dei dati dipende anche da quella dei dischi, che attualmente non arriva a tanto, per cui la banda passante non potrà essere sfruttata a pieno. Ad ogni modo, il boost prestazionale è molto significativo.

Inoltre, come accennato, le porte USB 3.0, grazie ad un'ottimizzazione dei consumi, promettono un certo risparmio energetico sia in modalità operativa, sia in idle, cioè, quando inutilizzate, cosa che non può che giovare al mondo dei notebook. Infine, le porte USB 3.0 mantengono la totale retro compatibilità con le precedenti versioni grazie all'integrazione dei contatti USB 1.0 e USB 2.0 nei connettori USB 3.0.

Per il momento, sono ancora pochi i notebook con USB 3.0 e spesso sono notebook di fascia alta o dedicati al mondo professionale, ma le premesse perché questo standard di comunicazione si affermi con rapidità anche per i notebook consumer ci sono tutte.